Ultimi acquisti #3

Dopo il primo, ecco il secondo articolo per presentare gli acquisti recenti fatti in vista del trekking di quattro giorni di settimana prossima. Si tratta di attrezzatura legata al fatto di dover rimanere fuori più giornate, come si può vedere. 🙂

Ultimi acquisti
Ultimi acquisti

Si tratta di:

  • Luce frontale Black Diamond Spot (presa da MountainExperience, ma la trovate anche su Amazon, a 35€)
  • Catino pieghevole Sea to Summit da 5 litri (preso da StileAlpino, ma lo trovate anche su Amazon, a 21€)
  • Bastoni da trekking Rocktrail IAN 78724 (da LIDL, 16€)
  • Zaino Karrimor Tryfan 60-70 (preso da SportsDirect, ma lo trovate anche su Amazon, a 130€)
  • Materassino Therm-A-Rest RidgeRest SOLite (da OutdoorFair, 27.95€)
  • Sacco a pelo McKinley X-treme Light 1000 (da ExpertMontagne, 64.50€)

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

10 Commenti su “Ultimi acquisti #3

  1. Ciao Gianluca, volevo chiederti un’informazione riguardo allo zaino Karrimor Tryfan 60-70: sai dirmi se ha una cerniera/apertura di accesso al compartimento principale, frontalmente o lateralmente.
    Mi spiego meglio, intendo una cerniera che permetta di aprire completamente (piu o meno) lo zaino in modo da poter sistemare il contenuto in modo piu agevole, o prendere cose sul fondo senza dover ribaltare tutto.
    Ti sarei grato di questa risposta.
    Grazie e buona giornata

    Marco

    • Ciao, Marco. 🙂

      Sì, il Tryfan è dotato di accesso al tascone principale. Per la precisione ha una zip laterale, sul fianco sinistro, che permette di fare quello che dici tu. 🙂

  2. ti ringrazio per l’info!! ora vedo se prenderlo; ho già comprato il panther che è bellissimo ma non ha quell’accesso laterale, se riesco lo rivendo e prendo il Tryfan.. ciao

  3. Ciao!
    Sarei molto interessato a una recensione di questo Tryfan, di cui purtroppo si parla poco. Forse perché è un modello di nuova uscita. Potrei intanto sapere il peso a secco, giusto per capire se i dati riportati sul sito sono fedeli.
    Pensi che una tenda e un sacco a pelo riescono a starci bene all’interno?
    Ultima domanda (abbastanza scontata), mi confermi che ci sono le stecche in alluminio sullo schienale?
    Grazie
    -Federico-

    • Ciao e benvenuto sul blog! 🙂

      Del Tryfan farò sicuramente una recensione, ma sarà un articolo da scrivere in futuro, dopo un uso adeguato in escursioni e trekking per valutare al meglio le prestazioni dello zaino. Quindi se continuerai a seguire queste pagine prima o poi potrai leggerne una recensione apposita. 😉

      Per quanto riguarda le informazioni che mi chiedi, io avevo pesato lo zaino appena mi era arrivato e pesava 1.8 chili, che è in linea con quanto veniva dichiarato dal sito Karrimor (nella scheda infatti è 1850 grammi).
      Il sacco a pelo io ce l’ho messo senza problemi, per la tenda non saprei dirti, in quanto ancora non ho una tenda e quindi non ho mai avuto l’occasione di doverla infilare nello zaino. Comunque a occhio – e quindi da prendere con le pinze 🙂 – a me sembra che ci possa stare anche quella.
      Infine sì, nello schienale ci sono le due stecche di alluminio, grazie alle quali si può regolare l’altezza. 🙂

      Ciao,
      Gianluca

  4. Alla fine ho provato lo zaino in un paio di uscite.
    Lo zaino si comporta bene, ottimamente bilanciato, perfetto sulla schiena, è un sostegno alla colonna…La capienza non è stata testata a pieno carico ma per un’uscita di anche tre giorni si carica più che bene.
    Unici nei: le imbottiture sui fianchi sono buone ma se non si fanno delle pause alla fine di una giornata fanno un po’ male, dopo circa 5 ore di cammino si facevano sentire. Sarà anche la mia DISabitudine magari…
    Altra cosa è la mancanza di tasche, soprattutto quelle sulle fascie lombari, ma si può ovviare comprando appositi accessori anche a Decathlon. In generale però mancano un po’ di tasche, più per un fatto di ordinamento logico dell’attrezzatura che per altro.
    Infine il laccio per fissare i bastoncini è un po’ sommario e bisogna sistemarli bene per farli stare fermi.
    Problemi di poco conto considerato il prezzo, la comodità sulla schiena per me è tutto e c’è…eccome se c’è!
    Da non trascurare il fatto che pesa poco a vuoto, è un giusto compromesso tra peso e resistenza dei materiali.

    • Lieto di sapere che anche tu ti trovi bene con il Tryfan! 🙂 Io l’ho usato intensamente per un trekking da poco, quindi a breve dovrei poter scrivere una recensione più dettagliata.
      Il problema delle imbottiture io non l’ho percepito, comunque, e invece ti do ragione sul laccio esterno per i bastoni, che effettivamente è poco stabile.
      Il peso è stata una delle discriminanti per la scelta, quando l’ho acquistato. 🙂

  5. Pingback: Zaino Karrimor Tryfan 60-70 | Un passo alla volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *