Escursione a Ulassai – Sentiero 503

Ed ecco l’ultimo degli articoli sulle escursioni fatte a Ulassai. ūüôā

Escursione Ulassai
Inizio del sentiero 503

Data: 11/05/2015
Regione e provincia: Sardegna, Ogliastra
Località di partenza: Ulassai
Località di arrivo: Ulassai (percorso ad anello)
Tempo: 2 ore
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Cartelli, omini di pietra
Lunghezza: 2,3 km
Dislivello: +200 m, circa

Punto di appoggio:¬†Come punto di appoggio, nel paese di Ulassai, abbiamo utilizzato l’hotel Su Marmuri, una struttura che punta principalmente sul turismo ambientale e outdoor. Si tratta di un albergo accogliente e funzionale, e si pu√≤ contare sul titolare per avere tutte le informazioni utili sui sentieri escursionistici della zona, sopperendo cos√¨ anche alle eventuali carenze della segnaletica. Per quanto mi riguarda, il confronto con il proprietario √® stato fondamentale, al fine di preparare le escursioni.

Punto di accesso:¬† Dall’hotel dirigersi verso la chiesa del paese. Poco sopra √® presente una delle opere del museo diffuso di Maria Lai, il Lavatoio, al fianco del quale √® presente il cartello di inizio sentiero.

Descrizione:

Il sentiero inizia dal lavatoio di Maria Lai, poco sopra la chiesa. Subito a destra della sorgente d’acqua √® presente il cartello di inizio sentiero, ma poco dopo occorre salire sulle scale presenti a sinistra e seguire la strada in salita, fino a ritrovarsi sotto una grande roccia a forma quasi cilindrica, a lato¬†della quale √® visibile¬†un passaggio. Bench√© non vi siano segnavia e nonostante da quel punto il proseguimento pi√Ļ logico sembrerebbe essere un tracciato in decisa salita, occorre imboccare una diramazione sulla sinistra che conduce sulle pietre l√¨ presenti e successivamente fa passare all’interno del passaggio laterale della roccia cilindrica.

Seguendo quindi il sentiero, ora pi√Ļ evidente, per quanto non segnato, si arriva all’imbocco del canyon Sa Tappara, luogo in cui sono numerose le vie di arrampicata. Per entrare nel canyon occorre passare sotto delle rocce, per poi ritrovarsi nella gola formata dalle due alte pareti di roccia. Il percorso all’interno del canyon √® abbastanza evidente, anche se non segnato, ed √® molto bello. Camminare sul fondo delle alte pareti provoca una grande emozione, e gli scorci che si hanno sul paese e sui tacchi sono affascinanti. ūüôā

L’attraversamento del canyon richiede circa un quarto d’ora, uscendone ci si ritrova in localit√† Gedili, a quota 795 m. Da l√¨, se si vuole, si pu√≤ proseguire sul sentiero 504, dedicato a Maria Lai, attraversando una sterrata vicina al campo sportivo e poi immettendosi sull’asfaltata che conduce alla grotte Su Marmuri, dove inizia anche il percorso 505.

Continuando invece sul sentiero 503, si prosegue¬†verso Marosini, attraverso il bosco, su una pista che transita anche vicino a una sorgente d’acqua. Sempre camminando sul tracciato si arriva infine a Marosini, a quota 690 m, ritrovandosi su una strada asfaltata. Questa va seguita nella direzione indicata dal cartello del sentiero per tornare al lavatoio e chiudere l’anello.

PS: Ho trovato molto carente la segnaletica di questo sentiero, trovare l’imbocco del canyon senza avere un segnavia affidabile che indichi il passaggio vicino alla roccia cilindrica √® stato impossibile. Abbiamo perso tempo, salvo poi aver risolto la situazione¬†chiedendo informazioni. Anche nel resto del percorso la segnaletica latita, ma se nel canyon non c’√® alcun rischio di perdersi, una volta usciti sarebbe opportuno segnalare adeguatamente il tracciato.

Link utili per approfondire:
Sentiero Sa Tappara (503)
Sentiero Maria Lai (504)
Sentieri dei Tacchi d’Ogliastra

Ecco alcune foto scattate durante l’escursione (per ingrandirle basta cliccarci sopra):

Ciao! ūüôā

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *