Forclaz Press Experience con Decathlon

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
La location dell’evento

Anche quest’anno sono stato invitato alla Press Experience di Decathlon Italia dedicata ai prodotti per la montagna, più specificatamente per la presentazione dello zaino Trek 700 e i bastoni Quechua Forclaz 500 antishock. L’evento si è tenuto il 23 maggio in provincia di Lecco, nel bellissimo scenario del Monte Coltignone e dei Piani dei Resinelli. In questo articolo cercherò di riportare la mia esperienza e le prime impressioni rispetto a questi prodotti provati brevemente sul campo. Chi mi segue sui social, specie su Twitter e Instagram, avrà avuto modo di vedere le foto scattate durante la giornata, ma volevo anche raccontarla qui sul blog.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
Allestimento dei prodotti Forclaz di Decathlon

Io e altri partecipanti abbiamo come punto di incontro la stazione di Sesto San Giovanni. Da qui, mediante navetta, ci spostiamo verso la location vera e propria: durante il tragitto abbiamo modo di chiacchierare un po’ delle nostre esperienze e, per me, piccolo blogger di montagna, questo momento risulta particolarmente piacevole, perché rompe la solitudine che caratterizza l’attività del blogging, mettendomi in contatto con altre persone che fanno le stesse cose, se non di più. Ci ritroviamo alla fine alla nostra destinazione, i Piani dei Resinelli, in particolare al Rifugio S.E.L. Rocca Locatelli, ottimo punto di appoggio in cui troviamo ad accoglierci lo staff di Decathlon e l’allestimento dei prodotti da presentare.

Prima dell’inizio delle attività continua la fase di ambientamento, in cui ho modo di parlare più in dettaglio con Mauro Scattolin di Slow Tour & Slow Trekking. Come dicevo, dialogare con altre persone legate a questo mondo è interessante, mi permette di capire le dinamiche e le problematiche che devono affrontare altri siti e blog. Sono sempre del parere che il confronto reciproco sia fondamentale per tutte le attività umane e il blogging non fa eccezione, anzi, probabilmente ne beneficia ancora di più, essendo per sua natura un lavoro solitario.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
Il nuovo marchio Forclaz

Comunque alla fine di questi convenevoli comincia la presentazione vera e propria. L’evento riguarda il nuovo marchio di Decathlon, Forclaz, dedicato al trekking. Il nome non è davvero nuovo, per chi ha già acquistato prodotti da montagna di Decathlon. Forclaz era una linea della marca Quechua, io stesso possiedo diversi prodotti di quella linea, comprati negli anni passati. Tuttavia, come ci viene spiegato durante la prima fase della giornata, il marchio Quechua d’ora in avanti si occuperà esclusivamente del mondo hiking. Invece Forclaz diventa un marchio indipendente dedicato al mondo del trekking, su qualunque terreno esso possa venir praticato, sia esso la montagna o il deserto, passando per il backpacking, quindi il viaggio/cammino zaino in spalla. Una scelta che secondo me aiuterà di certo a migliorare l’offerta di abbigliamento ed equipaggiamento, specializzandola in base alle diverse esigenze dei due tipi di attività.

Se non sai la differenza tra hiking e trekking, ti consiglio di leggere il mio articolo Hiking vs Trekking!

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
In salita provando gli zaini

L’idea di Forclaz è quindi di proporre attrezzature che durino nel tempo, almeno per cinque anni, e che abbiano il minor impatto ambientale. Per me l’aspetto ecologico è molto importante quindi mi ha fatto piacere sentirlo nominare tra le parole chiave di questo nuovo marchio Decathlon.

Dopo queste prime parole iniziali, indossiamo lo zaino Trek 700 e afferriamo i bastoni per incamminarci in salita verso Monte Coltignone. La giornata non sembra particolarmente favorevole ai panorami, dato che, dopo pochi minuti di sentiero, ci ritroviamo avvolti dalle nuvole e tutto ciò che riusciamo a vedere intorno a noi è il verde dei faggi e il bianco delle nubi.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
La presentazione dello zaino Trek 700

Ci fermiamo a quello che, almeno sulla carta, doveva essere un primo punto panoramico. Sappiamo che la montagna è così, devi accettare ciò che ti concede in quel momento, quindi anche se vediamo solo bianco e nessun panorama, è comunque un bellissimo bianco, perché siamo lì per poterlo vedere. In questo scenario, finalmente lo staff di Decathlon inizia a mostrarci davvero lo zaino Trek 700. La versione che stiamo provando è quella da 70 litri più 10, ma esistono anche gli zaini da 50 litri e da 90 litri, per venire incontro a qualsiasi esigenza. Io credo che, nell’ambito del trekking da montagna, la versione da 70 litri sia la più adeguata comunque. Ci viene mostrato come regolare al meglio lo zaino, partendo dallo schienale, in cui sono presenti i segni per le taglie da XS a XXL, passando poi per cinghia lombare, pettorale e spallacci. Tutto facilmente accessibile e utilizzabile.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
Lo zaino Trek 700

Ci sono quattro aspetti che mi hanno colpito molto. Il primo è l’accesso centrale, per cui è possibile aprire il tascone principale dello zaino e prendere rapidamente ciò di cui si ha bisogno senza rischi, grazie a tre cinghie interne di contenimento. Il secondo è la tasca esterna dedicata alla borraccia, in più rispetto alle due classiche tasche esterne laterali e inclinata in modo particolare, la borraccia così si può afferrare e rimettere a posto senza la necessità di togliersi lo zaino: in una parola, stupendo. Il terzo sono le cinghie inferiori grazie alle quali è possibile trasportare sacchi a pelo o materassini senza doverli infilare nello zaino o nel mezzo delle cinghie principali frontali. Il quarto e ultimo aspetto sono le due tasche nelle cinghie lombari. Io adoro gli zaini che hanno queste taschine, utilissime per riporre oggetti piccoli e di uso frequente, e gli zaini che ne hanno addirittura due mi colpiscono sempre molto. Infine il colore verde a me è piaciuto fin da subito, poi dopo aver scoperto per ottenerlo si utilizza il 70% in meno di acqua rispetto alle lavorazioni classiche mi è piaciuto ancora di più! Allo stesso modo è stato bello sapere che la fodera interna è stata realizzata con materiali riciclati.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
Uno scorcio di panorama e un intruso

È presente un copri zaino rimovibile di colore grigio, anch’esso a ridotto impatto ambientale. Il copri zaino ha, sul fondo, un foro per permettere lo scolo dell’acqua e ganci per evitare che il vento possa fare un effetto “vela”, altri dettagli curiosi e interessanti. In questo frangente, chiacchierando con lo staff riguardo allo zaino e più in generale sulla linea completa dei prodotti Forclaz per il trekking, il discorso è caduto sulle nuove magliette con rinforzi di tessuto su spalle e addome, i punti più soggetti a usura in quanto a contatto con le cinghie dello zaino. Magliette che si possono richiudere in una taschina laterale e che sono più lunghe sulla schiena, per contrastare il classico problema della risalita della maglietta durante l’uso. Non vi nascondo che questi aspetti mi hanno incuriosito parecchio anche se non facevano parte dell’evento, e infatti ho già provveduto a comprarmi una di queste magliette. La userò nelle prossime uscite in montagna e vi farò sapere.

Dopo questa presentazione più dettagliata dello zaino Trek 700 abbiamo ripreso a camminare sul sentiero fino alla vetta del Monte Coltignone. Dapprima circondati dalle nuvole, è bastato attardarsi qualche minuto in più per avere la fortuna di vedere il panorama aprirsi davanti ai nostri occhi, rivelando il Lario e i rilievi lì vicini. Una magnifica vista tra le nuvole che ci ha lasciato senza fiato.

Forclaz Press Experience - zaino Trek 700
Un momento per ammirare il paesaggio

Oltre allo zaino abbiamo usato i bastoni Quechua Forclaz 500 antishock. Questi mi sono piaciuti decisamente di più rispetto a quelli provati l’anno scorso, in parte per la presenza dell’ammortizzamento, in parte per la comodità dell’impugnatura. La chiusura è con avvitamento, ma, basandoci su ciò che ci è stato detto durante la giornata di presentazione, i prossimi modelli utilizzeranno invece la chiusura a clip, molto più solida e affidabile.

Le prime impressioni su zaino Trek 700 e bastoni sono state quindi positive, ma come sempre solo l’uso effettivo in montagna può permettere di scoprire tutti i dettagli e le potenzialità di un prodotto. Proverò entrambe le attrezzature nelle prossime uscite ed eventualmente approfondirò le mie opinioni con degli articoli dedicati. Tenete d’occhio queste pagine, se volete saperne di più!

Vi riporto infine i link ufficiali dell’equipaggiamento presentato durante la Press Experience, se volete avere tutti i dettagli e vedere foto più specifiche:

DISCLAIMER: Articolo in collaborazione con Decathlon Italia. Le opinioni espresse sono del tutto personali, soggettive e oneste.

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *