Escursione al Rifugio Gianpace

Escursione al Rifugio Gianpace
Cartello dei sentieri

Dati dell’escursione al Rifugio Gianpace

Data: 17/06/2017
Regione e provincia: Lombardia, Bergamo
Località di partenza: Centrale Enel Aviasco
Località di arrivo: Rifugio Gianpace
Tempo: 1 ora e mezza (andata)
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Segni bianchi e rossi, cartelli
Dislivello: +350 metri in salita

Punto di accesso: Da Bergamo prendere la SS 470 e in seguito la SP 35. Imboccare quindi la SP ex SS 671 e continuare fino a Ponte Nossa. Da qui continuare sulla sinistra lungo la SP 49, fino a incontrare il bivio a sinistra per Valgoglio. Seguire le indicazioni fino ad arrivare al paese. Superare il municipio e continuare dritti fino a un bivio in cui si dovrà prendere a sinistra. Continuando si arriva al parcheggio presso la centrale Enel di Aviasco, dove è presente un bar in cui acquistare il tagliando per la sosta (5€ al giorno).

Descrizione dell’escursione al Rifugio Gianpace

Il sentiero su cui ci incamminiamo affianca la costruzione della centrale Enel e passa vicino alla funivia. Proseguiamo seguendo le indicazioni dei cartelli, immettendoci in un tracciato pietroso in leggera salita che fin da subito ci porta dentro a un piacevole bosco al riparo dalla luce intensa del sole. Alla nostra sinistra percepiamo già i giochi d’acqua del torrente Goglio.

Arriviamo a un bivio in cui prendiamo il sentiero di sinistra, seguendo le indicazioni per la baita Gianpace. Dopo poco tempo arriviamo a un piccolo ponte sul torrente grazie al quale possiamo ammirare il Goglio attraversare la vegetazione e la vallata. Una bellissima visuale, non c’è che dire.

Proseguiamo di nuovo inserendoci dentro il bosco, questa volta caratterizzato da un fondo più terroso che pietroso. Man mano che procediamo lungo il sentiero la ripidità inizia ad aumentare, alcuni tratti vengono agevolati dalla presenza di una piccola staccionata e di alcuni scalini di pietra.

In alcuni punti deviamo dal tracciato per portarci sul bordo del torrente. L’acqua è freschissima e impetuosa, di quando in quando sono presenti delle piccole cascatelle e piscine di acqua cristallina. Immergere le mani è stupendo.

Continuiamo a camminare fino a un nuovo bivio, anche questa volta seguiamo la via di sinistra. Superiamo un altro piccolo ponte e ci ritroviamo di fronte al rifugio Gianpace, proprio vicino al torrente Goglio. Lo spiazzo è grande e ci sistemiamo per pranzare e godere un po’ di ombra e della vicinanza del corso d’acqua. È un bellissimo luogo, riposante e rilassante. Il rifugio è gestito da un’associazione, per usufruirne occorre fare una tessera. Noi ci siamo semplicemente seduti nei prati lì intorno, in mezzo alla natura.

Per tornare indietro, nonostante la presenza di un’altra via più ripida, prendiamo lo stesso tracciato dell’andata.

Link utili per approfondire:
Sentiero per il Rifugio sul sito Diska
Sito ufficiale del Rifugio

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Rifugio Gianpace!

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *