Escursione al Pizzo Formico

Cartelli presso il rifugio San Lucio
Cartelli presso il rifugio San Lucio

Dati dell’escursione al Pizzo Formico

Data: 18/07/2020
Regione e provincia: Lombardia, Bergamo
Località di partenza: Rifugio San Lucio
Località di arrivo: Rifugio San Lucio (giro ad anello)
Tempo: 4 ore e mezza
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Cartelli, segnavia
Dislivello: +725 metri circa

Punto di accesso: Da Bergamo imboccare la S.P. 35 e proseguire poi sulla S.P. ex S.S. 671. Arrivati a Ponte Nossa, svoltare a destra verso Clusone. Una volta all’altezza del paese, svoltare verso la S.P. 53 e poi subito a sinistra in via Ingegner Vincenzo Balduzzi e di nuovo a sinistra in via San Lucio. Proseguendo lungo questa strada si arriva al parcheggio poco vicino al rifugio San Lucio. A un certo punto la strada non è più asfaltata e occorre procedere con prudenza.

Descrizione dell’escursione al Pizzo Formico

Dal parcheggio si prosegue a piedi oltre la sbarra che blocca l’accesso verso il rifugio San Lucio. Superato il rifugio, sulla destra si stacca il sentiero 508A che collega il rifugio al giro ad anello rappresentato dal sentiero 508. Si attraversa dapprima un prato e poi ci si addentra nel bosco. Dopo poco ci si innesta sulla strada pastorale in salita verso la località Pianone, che si raggiunge dopo circa venti minuti dalla partenza.

Si attraversa il Pianone e si riprende a salire seguendo la segnaletica del sentiero 508. La via attraversa ancora il bosco e guadagna dolcemente quota fino ai 1.470 metri della Forcella Larga dove sono presenti i ruderi della Capanna Ilaria. Da questo punto, crocevia di vari sentieri, tra cui quello che consente di arrivare al rifugio Parafulmine, è possibile ammirare una bella vista sulla conca della Montagnina. Sempre che le nuvole lo permettano! A me non è andata particolarmente bene, come si può vedere dalle foto in fondo all’articolo.

Dalla Forcella si prende a destra l’ultimo tratto del sentiero 549 che prende quota sul versante orientale del Pizzo, passando prima a mezzacosta di una sorta di anti-cima e poi salendo su terreno pietroso fino alla vetta del Pizzo Formico a quota 1.636 metri. Il panorama è abbastanza ampio e consente di spaziare a 360°, sempre nuvole permettendo!

Si torna quindi alla Forcella e si continua di nuovo sul sentiero 508 in direzione Tribulina dei Morti, a quota 1.475 metri, che si raggiunge dopo circa un quarto d’ora dalla Forcella. Il sentiero prosegue quindi sulla sinistra, passando a mezzacosta e conducendo in breve alla sella tra Montagnina e Monte Fogarolo.

Il sentiero 508 da qui piega a sinistra in discesa, passando di tanto in tanto attraverso il bosco e arrivando alla Malga Fogarolo, da raggiungere con una breve salita prima di riprendere a scendere lungo la strada, dalla quale si possono ammirare alcuni scorci sul lago d’Iseo.

Si continua quindi a scendere tagliando verso sinistra in direzione della cascina Succo Martino, dopo la quale si attraversano ancora prati e boschi fino ad arrivare di nuovo in località Pianone, dove si chiude l’anello del sentiero 508. Da qui è sufficiente riprendere la via dell’andata per tornare al rifugio San Lucio e al relativo parcheggio.

Link utili per approfondire:
Sentiero 508 sul portale CAI Bergamo
Sentiero 549 sul portale CAI Bergamo

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Pizzo Formico!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Riceverai gratuitamente gli aggiornamenti del blog e contenuti extra!

Invalid email address

3 Commenti su “Escursione al Pizzo Formico

  1. Ciao Gianluca!,

    Complimenti per il blog, assolutamente interessante e ben curato!

    Ti scrivo per domandarti se c`é un ente, un ufficio (qualcosa di fisico) a Cagliari o nel Medio Campidano dove possa reperire carte topografiche dell’IGM in scala 1:25000 o 1:50000. Io ho vissuto quattro anni in Spagna e lì andavo a comprarin un ufficio della sottodelegazione del governo per €3,50 l’una.

    Molte grazie!

    Julik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *