Escursione al Monte Suchello

Un bel giro ad anello in Val Serina, con partenza e arrivo al Santuario della Forcella (o Santuario Madonna della Neve), per giungere in cima al Monte Suchello, a quota 1541 metri di altezza, dal quale si può ammirare un bellissimo panorama sulla vallata e il versante sud del Monte Alben.

Monte Suchello
Cartelli di inizio sentiero 519A

Dati dell’escursione al Monte Suchello

Data: 20/05/2018
Regione e provincia: Lombardia, Bergamo
Località di partenza: Costa Serina (Santuario Madonna della Neve/Santuario della Forcella)
Località di arrivo: Costa Serina (percorso ad anello)
Tempo: 3 ore e 10 minuti totali (un’ora e mezza per il sentiero 519A, mezz’ora dal Monte Suchello al Passo Barbata sul sentiero 519, un’ora per il sentiero 519B e dieci minuti su asfalto per il ritorno al punto di partenza)
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Segnavia bianchi e rossi, cartelli
Lunghezza: 5 chilometri circa
Dislivello: +600 metri in salita circa

Punto di accesso: Da Bergamo imboccare la S.S. 470 per la Val Brembana, proseguire fino allo svincolo, sulla destra, recante le indicazioni per il Passo di Zambla e per la Valle Serina. Continuare quindi sulla S.P. 27 e prendere a destra l’uscita con il cartello per Costa Serina. Attraversare il paese sulla S.P. 30 fino ad arrivare al bivio in cui è presente il Santuario. In zona è possibile lasciare l’auto e individuare subito l’imbocco del sentiero escursionistico per il monte Suchello.

Descrizione dell’escursione al Monte Suchello

Dal Santuario iniziamo a camminare lungo il sentiero 519A che conduce alla nostra meta principale, il monte Suchello. Procediamo in salita addentrandoci nel bosco e dopo poco tempo sbuchiamo di fronte alla stalla Aral dove giriamo a destra e continuiamo al lato di un muretto. Da questo punto la vista si apre sui rilievi circostanti, caratterizzati da una rigogliosa vegetazione. Continuiamo a camminare su un tratto di strada e poi andiamo a sinistra, seguendo le indicazioni di alcuni cartelli, per entrare di nuovo nel bosco.

Avanziamo ancora in salita, questa volta più marcata, guadagnando rapidamente quota. Passiamo vicino alla Baitèl del Gustì, in cui è presente anche una bella scultura di legno, per andare poi di nuovo dentro il bosco. Arriviamo quindi al Passo Tenda, dove sono presenti – alla data in cui scrivo – dei lavori in corso per la realizzazione di un nuovo rifugio. Iniziamo a vedere dei paesaggi più ampi, ma seguendo le indicazioni dei cartelli lì presenti, continuiamo ancora con una breve salita fino a ritrovarci di fronte alla croce di vetta del monte Suchello a 1541 metri. Riposiamo, facciamo merenda e godiamo dei bellissimi panorami sulla Val Serina, sul paese di Aviatico e sul versante meridionale del monte Alben. Una vista impressionante e gratificante.

Torniamo indietro fino a Passo Tenda e da quel punto imbocchiamo in discesa il sentiero 519, diretti a Passo Barbata. Anche questo tratto di percorso è all’interno del bosco e la discesa ci permette di perdere quota molto velocemente. Tra gli alberi continuiamo ad ammirare l’imponente monte Alben, fino ad arrivare a Passo Barbata, a 1312 metri di altezza. Questo punto è un vero crocevia di sentieri, dato che oltre a passarci il 519 vi passa anche il 525. Oltre a questi, al Passo Barbata arriva anche il sentiero 519B, che ci ricondurrà al punto di partenza dell’anello. L’indicazione dal Passo è presente grazie a un cartello col numero del sentiero e la scritta Valle del Ferro.

Scendiamo quindi sui prati del passo seguendo i segnavia e dopo poco torniamo a camminare dentro il bosco. La discesa del sentiero 519B è abbastanza dolce e non c’è possibilità di sbagliare, dato che alcuni tratti abbondano, eccessivamente direi, di segnavia bianchi e rossi. A un certo punto arriviamo di fronte a un bivio: entrambe le direzioni riguardano il 519B, ma a sinistra è indicata la scritta Valle del Ferro, a destra la scritta Tagliata. Noi andiamo a sinistra e continuiamo a scendere fino a incontrare la strada asfaltata che, seguita verso sinistra per una decina di minuti, riconduce al Santuario dove abbiamo lasciato l’automobile.

Controllando le mappe a nostra disposizione, presumo che l’altra diramazione della discesa del 519B, quella indicata con Tagliata, conduca, attraversando Val Chignoli, sempre alla strada asfaltata che riporta al Santuario, ma sbucandovi in un punto più a nord, all’altezza di un ampio curvone.

Link utili per approfondire:
Sentiero 519A sul sito del CAI di Bergamo
Sentiero 519 sul sito del CAI di Bergamo
Sentiero 519B sul sito del CAI di Bergamo

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Monte Suchello!

 

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

2 Commenti su “Escursione al Monte Suchello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *