Escursione al Monte Purito

Cartello del sentiero 515 ad Albino
Cartello del sentiero 515 ad Albino

Dati dell’escursione al Monte Purito

Data: 06/06/2020
Regione e provincia: Lombardia, Bergamo
Località di partenza: Albino (lato via Piazzo n. 2)
Località di arrivo: Monte Purito
Tempo: 2 ore e 15 minuti l’andata, 1 ora e 50 minuti il ritorno
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Cartelli, segnavia
Dislivello: +800 metri circa

Punto di accesso: Da Bergamo imboccare la S.P. 35 e proseguire fino a prendere sulla destra la S.P. ex S.S. 671. Continuare lungo la strada fino alla rotonda che indica verso Albino di nuovo sulla S.P. 35. Superata un’altra rotonda, alla successiva prendere via Duca d’Aosta e una volta dentro Albino proseguire fino a via Piazzo. L’imbocco del sentiero è proprio di lato al numero civico 2 di questa via.

Descrizione dell’escursione al Monte Purito

Il sentiero da seguire è il numero 515 con partenza da Albino. Fin da subito si affronta una ripida salita in mezzo al bosco che consente di macinare metri di dislivello in poco tempo. Infatti, in appena un’ora di tempo si passa dai 400 metri di quota del punto di partenza agli oltre 900 metri del primo punto di interesse del sentiero, la cima di Monte Cereto.

Dopo esser sbucati dal bosco e aver continuato a salire lungo il fianco della montagna, con ampi panorami sulla val Seriana alle spalle, si arriva infatti a quota 930 metri, al cospetto della grande croce di vetta. Una pausa per rifiatare e ammirare i panorami è d’obbligo!

Si prosegue oltre Monte Cereto arrivando a uno spiazzo per gli elicotteri. Da questo punto la vista è a 360° e si individua già la cima di Monte Purito, meta finale dell’escursione. È possibile ammirare anche le montagne vicine, come ad esempio Monte Cornagera e Monte Misma.

Proseguendo lungo il tracciato si arriva dopo poco tempo a un bivio. Il sentiero 515 prosegue sulla via di destra, addentrandosi a mezza costa dentro il bosco, mentre la via di sinistra guadagna metri di quota portandosi in cresta. Entrambe le strade conducono allo stesso punto, quindi è possibile sia scegliere la via più comoda segnalata dal 515, sia quella più panoramica data dalla via di cresta.

In entrambi i casi, dopo circa mezz’ora di tempo dalla vetta di Monte Cereto, si giunge allo spiazzo di Pià della Loera, dove convergono diversi sentieri, come il 536 proveniente da Trevasco e diretto a Selvino. In questo luogo si lascia il sentiero 515, che prosegue sulla sinistra dentro il bosco verso Selvino stesso, e si imbocca il sentiero ben battuto proprio dritto di fronte, il quale conduce verso Monte Purito. Dopo qualche passo è possibile vederne l’indicazione con un segnavia a terra recante il nome del monte.

Si sale con una buona pendenza ammirando la val Seriana sottostante fino a incrociare, dopo una ventina di minuti, una strada bianca. Da qui la salita viene ulteriormente indicata da un cartello.

Dopo circa dieci minuti si arriva quindi alla vetta di Monte Purito! Questa è caratterizzata da un ampio spazio pianeggiante in cui è possibile rilassarsi dopo la fatica della camminata e ammirare i paesaggi circostanti.

Per il rientro, una volta tornati all’incrocio della strada bianca, scendendo da Monte Purito, si può svoltare verso destra e discendere lungo il fianco della montagna fino a incrociare i cartelli che indicano di nuovo il sentiero 515. Si prosegue quindi lungo il bosco in modo quasi pianeggiante, superando anche una sorgente d’acqua. Così facendo si torna a Pià della Loera dove si aveva abbandonato il numero 515. Da qui si torna indietro per lo stesso percorso dell’andata.

Link utili per approfondire:
Sentiero 515 sul sito del CAI Bergamo

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Monte Purito!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Riceverai gratuitamente gli aggiornamenti del blog e contenuti extra!

Invalid email address

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *