Escursione al Monte Foldone – Sentiero 595

Arrivare al Monte Foldone è semplice seguendo il percorso del sentiero 595. Quest’escursione consente di ammirare bei panorami sia sulla Val Brembana che sulla Val Brembilla, fino a giungere a circa 1500 metri di altezza, partendo dal borgo di Catremerio a quota 988 metri.

Dati dell’escursione al Monte Foldone

Monte Foldone
Cartello di inizio sentiero

Data: 12/05/2018
Regione e provincia: Lombardia, Bergamo
Località di partenza: Catremerio (Brembilla)
Località di arrivo: Monte Foldone
Tempo: 2 ore andata, 1 ora e mezza ritorno
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Segnavia bianchi e rossi, cartelli
Dislivello: +500 metri in salita circa

Punto di accesso: Da Bergamo prendere la S.S. 470 verso la Val Brembana, proseguire lungo la strada e dopo Sedrina imboccare l’uscita seguendo le indicazioni per Brembilla immettendosi così nella S.P. 24. Arrivati all’altezza di Val Brembilla girare a destra in Via Ravagna, dove un cartello indica 7 km per il borgo di Catremerio. La strada procede quindi in salita affrontando diversi tornanti, fino a un bivio a T in cui bisogna svoltare a sinistra, sempre seguendo le indicazioni per Catremerio. Giunti al borgo si può lasciare l’auto in un piccolo spiazzo vicino alla chiesa, proprio di fronte agli imbocchi dei sentieri escursionistici.

Descrizione dell’escursione al Monte Foldone

Dal punto in cui lasciamo l’auto è possibile iniziare a camminare sul sentiero 595 che porta al Monte Foldone da due diversi attacchi, entrambi segnalati con dei cartelli. Non è importante quale scegliamo, perché comunque si ricollegano dopo pochi minuti di cammino. Il primo tratto su cui procediamo è in leggera salita, in mezzo al bosco. Sbuchiamo su una strada asfaltata che seguiamo per un breve pezzo per immetterci di nuovo dentro la vegetazione. Superiamo un bivio con il sentiero 592 che conduce a Crosnello e continuiamo incontrando diverse costruzioni. Dopo una di queste lasciamo a sinistra il percorso che porta al rifugio Lupi di Brembilla e prendiamo a destra per il monte Foldone.

Da questo punto si aprono ai nostri occhi dei bellissimi panorami sulla val Brembana e proseguiamo con un lungo tratto in mezzo al bosco caratterizzato da una pendenza praticamente nulla. Il silenzio che ci circonda è incantevole. Sulla strada è possibile trovare una piccola sorgente, dove sono presenti anche un Cristo di legno e una madonnina.

Sbuchiamo dal bosco sul versante della val Brembilla dove abbiamo la possibilità di ammirare, mentre procediamo verso la nostra destinazione, il monte Zucco e la vallata circostante. Davanti a noi svettano i fianchi rocciosi del monte Foldone e procediamo con una salita più accentuata verso la sua cima. Arriviamo quindi a una radura erbosa dove è presente la baita Foldone. Siamo a circa 1500 metri di quota e da qui possiamo vedere il gruppo delle Grigne e, davanti a noi, il monte Sornadello. La quiete che si vive in cima al monte e la meravigliosa vista sulla vallata ripagano della fatica provata per raggiungere la cima. Una breve sosta per godere della natura è d’obbligo! Da qui è possibile risalire i fianchi circostanti se si vuole conquistare il punto più alto della montagna.

Per rientrare seguiamo lo stesso percorso dell’andata fino a ritrovarci nel borgo di Catremerio.

Link utili per approfondire:
Sentiero 595 sul sito del CAI di Bergamo

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Monte Foldone!

 

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

3 Commenti su “Escursione al Monte Foldone – Sentiero 595

    • Ciao e benvenuto sul blog!
      Per me è stata la prima volta in quella zona, quindi non posso metterci la mano sul fuoco, ma a giudicare da alcuni resoconti che si trovano online è possibile collegare le due cime e quindi creare un anello. Comunque dalla zona della baita Foldone io non ho notato cartelli che indicassero Castel Regina (mentre era indicata in precedenza lungo il sentiero 595 assieme al rifugio Lupi di Brembilla).

      Ciao,
      Gianluca

  1. Pingback: Andare da soli in montagna | Un passo alla volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *