Escursione al Monte Coltignone

Un semplice e rapido giro ad anello che conduce a quota 1479 metri, sulla cima del Monte Coltignone e consente di ammirare dei bellissimi panorami sul lago di Como!

Dati dell’escursione al Monte Coltignone

Monte Coltignone
Il Rifugio SEL Rocca Locatelli

Data: 23/05/2018
Regione e provincia: Lombardia, Lecco
Località di partenza: Piani Resinelli
Località di arrivo: Piani Resinelli (giro ad anello)
Tempo: 1 ora e mezza
Difficoltà: T/E (Turistico/Escursionistico)
Segnaletica: Segnavia, cartelli
Dislivello: +230 metri in salita circa

Punto di accesso: Da Bergamo prendere l’autostrada A4 in direzione Milano e uscire a Capriate. Continuare sulla S.P. 170, sulla S.P. 166 e sulla S.P. 169 verso Lecco. Attraversare il ponte di Brivio e proseguire sulla strada, imboccando la S.P. 72. Arrivare e continuare sulla strada che affaccia sul lago e oltrepassarlo all’altezza di Pescate. Imboccare quindi la S.S. 36 DIR fino al paese di Ballabio. Da qui la strada si inerpica sulla montagna descrivendo numerosi tornanti (numerati con appositi cartelli) fino ad arrivare ai Piani dei Resinelli. Proseguire in Via Escursionisti fino al Rifugio S.E.L. Rocca Locatelli, buon punto di appoggio per cominciare la camminata.

Descrizione dell’escursione al Monte Coltignone

Il percorso per la vetta del Monte Coltignone è molto semplice, partendo dai Piani dei Resinelli. Imbocchiamo il sentiero dietro il grande grattacielo che deturpa il paesaggio, andando subito in salita dentro la vegetazione fino a trovare il cancello di ingresso del Parco del Valentino. Lo superiamo e continuiamo a salire seguendo le indicazioni, guadagnando quota passando su prati. Dopo poco tempo arriviamo a una prima vetta, che segna la fine della prima fase della salita. Deviamo sulla destra e ci addentriamo nuovamente nel bosco di faggi.

Da questo punto la salita si fa più dolce e il sentiero viene protetto in alcuni punti da staccionate in legno. Continuiamo ad avanzare, seguendo i cartelli, fino a sbucare in vetta al Monte Coltignone, a quota 1479 metri. Da qui inizialmente non vediamo proprio nulla per via dell’enorme presenza di nuvole, ma dopo poco tempo il panorama si apre e si rivela in tutta la sua bellezza ai nostri occhi! Il Lario sottostante, i rilievi montuosi vicini, le città che si affacciano sul lago, sono tutti elementi che si mostrano tra le nubi, in uno scenario magnifico.

Rientriamo dapprima seguendo gli stessi passi dell’andata, ma poi deviamo a sinistra in discesa seguendo una traccia ben battuta e caratterizzata da numerose staccionate. Questo pezzo sul fianco del monte consente di ammirare ancora il lago e ci conduce  a un altro punto panoramico in cui fermarci per ammirare la natura.

Continuiamo a camminare fino a imboccare di nuovo il percorso dentro il bosco, superiamo la casa museo del Parco e, sempre in discesa su un largo tracciato, arriviamo di nuovo al cancello da cui siamo passati all’andata. Da questo punto torniamo rapidamente alla zona dei parcheggi.

Link utili per approfondire:
Resoconto sul sito Saliinvetta

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione al Monte Coltignone!

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *