Determinare la direzione di marcia

Una volta appresi i primi rudimenti sulla natura e sull’uso di bussola e cartina, è possibile prendere in esame le tecniche di base dell’orientamento. Pubblicherò quindi una serie di articoli, molto più brevi rispetto al precedente, in cui illustrerò le singole procedure. Oggi è il turno di capire come determinare la direzione di marcia sulla cartina. È una tecnica fondamentale, che torna utile diverse volte sul campo. Per essere sicuri di procedere nella direzione giusta, oppure per avere un azimut di riferimento da seguire durante il cammino, è importante calcolare l’angolo di direzione che riguarda il tratto di percorso che stiamo effettuando.

Per determinare la direzione di marcia è sufficiente:

  1. Porre la bussola sulla cartina, con il lato anteriore nel punto in cui ci troviamo e il lato frontale rivolto verso la nostra destinazione;
  2. Ruotare la ghiera finché i meridiani della bussola diventano paralleli a quelli della cartina;
  3. Prendere la bussola e girare finché l’ago magnetico è tra le tacche del nord, quindi puntare con la bussola: quella è la direzione di marcia da seguire.

Alcune foto aiuteranno a comprendere meglio quello che voglio dire. 🙂

Ciao! 🙂

Io sono Gianluca Santini e dal 2013 gestisco “Un passo alla volta“, il blog in cui puoi trovare racconti di escursioni e trekking, recensioni di attrezzatura per l’outdoor e consigli su come affrontare le avventure in montagna.

Ti consiglio di leggere la pagina Chi sono per trovare tutte le informazioni relative al blog. Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *